Bed & Breakfast a Comacchio

Alcune informazione per visitare le Valli di Comacchio

Uno dei must per chi voglia scoprire le bellezze dell’Emilia Romagna è, senza dubbio, rappresentato dalle Valli di Comacchio, una delle zone di maggiore interesse all’interno del Parco del Delta del Po, con un’estensione di circa 11.000 ettari. Ci troviamo nell’area tra le province di Ferrara e Ravenna, in un territorio molto rilevante per il clima, la flora e la fauna che lo caratterizzano. Si tratta di un ecosistema davvero straordinario!

Valli di Comacchio

Vi diciamo alcune cose che forse non sapete ancora.

La storia delle Valli di Comacchio è parecchio antica. Bisogna risalire al X secolo per la loro formazione, provocata da un fenomeno chiamato subsidenza e che consiste nell’abbassamento del suolo. All’epoca, ciò provocò l’impaludamento della zona costiera. Nei secoli l’acqua dolce dei fiumi e quella salata del mare confluirono qui contribuendo alla loro trasformazione in valli salmastre.

Le Valli di Comacchio sono state dichiarate:
- Zone Umide d’importanza Internazionale dalla Convenzione Ramsar
- Siti di Interesse Comunitario dall’Unione Europea
- Zona di protezione speciale per la conservazione degli uccelli sempre dall’Unione Europea.

Le specie aviarie qui censite sono oltre 300. Le Valli di Comacchio costituiscono, infatti, un habitat ideale per moltissimi uccelli, sia svernanti sia migratori. Tra i più facilmente avvistabili ci sono cavalieri d’Italia, aironi, spatole, avocette, ma soprattutto i meravigliosi fenicotteri rosa. Non a caso si tratta di una delle aree preferite dagli appassionati di birdwatching.

Una delle attività maggiormente praticate all’interno delle Valli di Comacchio è la pesca. Durante le escursioni è possibile vedere casoni e tabarre, capanne prima in paglia e canne, ma poi rifatte in muratura, utilizzate un tempo come stazioni da pesca e per la sorveglianza dell’area contro la pesca illecita. Oggi ne sopravvivono diversi (Foce, Coccalino, Donnabona, Pegoraro, Serilla).

Nel territorio delle Valli di Comacchio vengono pescati branzini, cefali e orate, ma la vera regina della zona è l’anguilla, cui è dedicata anche la Sagra dell’anguilla di Comacchio organizzata ogni anno tra settembre e ottobre. Lo strumento fondamentale per questa pesca è il lavoriero.

Le Saline di Comacchio rappresentavano, un tempo, un’altra importantissima fonte di reddito per gli abitanti della zona, ma negli anni ’80 l’attività di estrazione è stata interrotta perché poco remunerativa. Le Saline di Comacchio oggi sono una delle aree più rilevanti per l’osservazione ornitologica.

È possibile visitare le Valli di Comacchio, attraverso un percorso storico e naturalistico, con l’unica imbarcazione autorizzata del Parco del Delta del Po. L’ecosistema della valle viene esplorato con guide esperte e si snoda tra l’osservazione dell’avifauna, la visita ai casoni e la scoperta delle meraviglie del territorio. Ma la barca non è l’unico modo per visitare le Valli: escursioni e itinerari altrettanto affascinanti possono essere realizzati a piedi o in bici.

Le Valli di Comacchio non sono solo natura, ma anche storia antica. Infatti lungo l’argine Agosta corre un tracciato di epoca romana che collegava Ravenna ad Adria, e nell’area sono state rintracciate testimonianze di epoca etrusca.

In fin dei conti, visitare le Valli di Comacchio è più di una semplice vacanza naturalistica. Che aspettate? Il nostro B&B vi sta già aspettando per la vostra prossima vacanza!

Copyright © 2019 La Corte dei Ducati - Privacy Policy - Sitemap - Project by ideaBIT creazione siti web