Bed & Breakfast a Comacchio

Antica Residenza Ducati

Il Room & Breakfast La Corte dei Ducati è un'antica dimora nel cuore di Comacchio.
L'edificio, di origine seicentesco, è stato recentemente restaurato, ricavandone due parti attigue, una per abitarci, l'altra riservata agli ospiti.
Troverete dunque il calore e la tranquillità di una vera casa, l’atmosfera di una nobile residenza e tutti i comfort di un piccolo hotel de charme.

Oltre alle camere vi è un accogliente soggiorno comune, in cui ci si può rilassare e conversare, o navigare su internet e un grande giardino in cui, con la bella stagione, è possibile consumare la colazione (e dove potrete parcheggiare la macchina)!

Le camere pulite quotidianamente, la connessione internet Wi-Fi e l'autonomia dell'accesso indipendente, ti faranno sentire come a casa tua!
Quando poi arriva il momento di uscire, quello che di meglio può offrire Comacchio è lì, ad un passo da voi!
Tutto raggiungibile a piedi, con una piacevole passeggiata di pochi minuti, o con la bicicletta.


Antonio Cavalieri Ducati un moderno imprenditore Comacchiese

“Agile, stabile attraente è proprio una Ducati”. Così Bruno del Prato descrisse Antonio Cavalieri Ducati, sul Corriere della Sera il 31 Agosto 1991. Non può nascere infatti che dalla cronaca, dei giornali l’attuale storia della leggendaria impresa Bolognese.

Antonio Cavalieri ducati discendeva da una antica e nobile famiglia romagnola, originaria della Sardegna e fu un dei 3 grandi fratelli che nel 1926 fondarono la “Società Scientifica Radio Brevetti Ducati” che segnava l’inizio della grande avventura famigliare.

La famiglia ebbe nei secoli probabilmente eminenti uomini di legge e di scienza fra i quali il grande matematico ed ottico Bonaventura Cavalieri, fondatore del calcolo sublime, che ne 1629 ottenne la cattedra di matematica presso l’università di Bologna.




Antonio, nato a Comacchio il 7 Aprile 1853, figlio di Carlo, sindaco della città, era nipote del patriota Giovanni Cavalieri Ducati. Carlo e Giovanni sono gli emblematici fratelli rappresentanti del rinnovamento della classe politica comacchiese.

Carlo, nobiluomo era stato gonfaloniere a lungo negli anni ’50 esprimendo il carattere paternalistico del governo pontificio. Il secondo Giovanni , dottore in medicina, era stato allievo dell’Università di Montpellier. A causa della partecipazione alla rivoluzione del 1831 era esiliato in Francia, in Inghilterra e a Costantinopoli dove aveva diretto un ospedale italiano. Tornato in Italia grazie all’amministrazione papale, prese parte alla difesa di Venezia e ai moto mazziniani .
Nell’ottobre 1860, mentre Garibaldi stava ultimando la guerra di indipendenza nel sud Italia, i comacchiesi iniziavano a intraprendere la guerra per il possesso delle Valli e nel 1863 Giovanni Cavalieri Ducati diventa sindaco del paese.

Nel 1886 L’ing. Antonio Cavalieri Ducati svolse a Bologna il suo primo lavoro per una fabbrica di aghi per cucire, successivamente si occupò di importanti lavori nel ramo dell’ingegneria meccanica che lo affermarono a fine a livello nazionale a fine del 19° secolo.

I tre figli di Antonio Cavalieri Ducati sono i personaggi ai quali si deve la nascita dell’AZIENDA DUCATI.



Copyright © 2017 La Corte dei Ducati - Privacy Policy - Sitemap - Project by ideaBIT creazione siti web